Anteprima,  Narrativa contemporanea

Anteprima!!! In uscita il 17 marzo “L’amante della tigre” di Téa Obreht, Rizzoli

L'amante della tigre Book Cover L'amante della tigre
Téa Obreht
Narrativa contemporanea
Rizzoli
17 marzo 2020
cartaceo, e-book

Tra le leggende familiari, l’amore e il dolore della perdita, Téa Obreht dà vita a un romanzo senza tempo, capace di raccontare cosa vuol dire vivere in un paese che ha affrontato l’orrore della guerra civile. 

Tra le leggende familiari, l’amore e il dolore della perdita, Téa Obreht dà vita a un romanzo senza tempo, capace di raccontare cosa vuol dire vivere in un paese che ha affrontato l’orrore della guerra civile. Un’opera che l’ha portata al centro della scena letteraria come una delle più originali scrittrici della sua generazione.
Ci sono storie delle quali non potremmo mai fare a meno, storie che ci appartengono come un nome, un destino. Per Natalia, giovane medico in un Paese balcanico uscito dalla guerra, a contare sono soprattutto le storie che le raccontava suo nonno: quella misteriosa di Gavran Gailé, il mitico uomo senza morte; e quella della tigre di Galina, giunta in montagna dallo zoo della Città bombardata a terrorizzare o a sedurre le persone che incontra. E adesso che il nonno se ne è andato tocca a Natalia provare a far luce sul mistero dei suoi ultimi giorni. E insieme riavvolgere il filo di quelle storie, per ritrovare finalmente il bandolo, doloroso e irrinunciabile, della memoria.

Téa Obreht è nata nella ex Jugoslavia, a Belgrado, nel 1985. Ancora bambina, a causa della guerra, è emigrata prima in Egitto e poi negli Stati Uniti. Nel 2010 è entrata nella rosa dei «5 migliori autori sotto i 35 anni» secondo l’autorevole National Book Foundation, ed è stata segnalata dalla leggendaria rivista «The New Yorker» come una dei «20 migliori autori sotto i 40 anni». A giugno 2011 ha vinto l’Orange Prize, uno dei riconoscimenti letterari più prestigiosi a livello internazionale.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: