Manifesto controsessuale Book Cover Manifesto controsessuale
Documenti
Paul B. Preciado
saggio
Fandango Libri
16 gennaio 2020
cartaceo, ebook
237

 

Dall’autore di Pornotopia, Testo Tossico e Terrore Anale, torna in libreria, a vent’anni dalla sua prima edizione, in una nuova versione completamente aggiornata, un libro imprescindibile per comprendere il dibattito contemporaneo intorno alle politiche femministe, queer e trans genere.

Rovesciando tutti i vincoli sulle limitazioni a ciò che può essere fatto al corpo e con il corpo, Paul B. Preciado espone nuovi principi per una rivoluzione controsessuale che riconosce i genitali come oggetti tecnologici e offre un vero e proprio manuale per smantellare passo passo il contratto sessuale eterocentrico.

Supportato dagli studi di Derrida, Foucault, Haraway, Butler e Deleuze, l’autore scava ancora più a fondo nella decostruzione della presunta naturalità dell’identità e, a partire dall’affermazione che il dildo precede il pene – nella storia della sessualità l’artificio, quindi, compare prima della natura –, pone le basi per nuove pratiche di liberazione sessuale. Mai prima d’ora un libro era riuscito nell’intento di somigliare così tanto a un vibratore high-tech, e raramente il terrorismo intellettuale è stato così rigorosamente documentato.

Manifesto Controsessuale è un libro oltraggioso, un testo letterario performativo, un saggio di teoria trans e un invito all’azione. Segna un punto di non ritorno negli studi di genere, e chissà, anche nell’intimità di chi lo legge.

Dottore in Filosofia e Teoria dell’architettura a Princeton, Paul B. Preciado è uno dei massimi esponenti della filosofia contemporanea. I suoi lavori spaziano dai gender studies alla pornografia e alla sessualità, passando per le performance e l’arte contemporanea. Ha collaborato alla definizione di una teoria queer in Francia.
Nel 2000 pubblica il suo primo libro, Manifesto controsessuale, acclamato dalla critica francese come il libro rosso della teoria queer e tradotto successivamente in cinque lingue (in Italia è stato pubblicato nel 2002 da Il dito e la luna, e nel 2019 da Fandango Libri).
Ha insegnato Storia Politica del Corpo all’Università di Parigi VIII e ha diretto l’Independent Studies Program del MACBa (Museo di Arte Contemporanea di Barcellona).
Finalista del premio Miglior saggio dell’anno di Anagrama con Pornotopia (Fandango 2011, 2020), ha scritto anche Testo tossico (Fandango Libri 2015) e Terrore anale (Fandango Libri 2018).

Scritto da:

Alice

Leggere mi stimola e mi riempie. L'ho sempre fatto, fin da piccola. Prediligo i classici, i romanzi storici, quelli ambientati in altre epoche e culture. Spero di riuscire a condividere con voi almeno parte dell'impatto che ha su di me tutto questo magico universo.