Anteprima,  Libri,  Racconti

Anteprima: In uscita il 14 maggio IN MEZZO AL MARE. SETTE ATTI COMICI di Mattia Torre, Mondadori

IN MEZZO AL MARE. SETTE ATTI COMICI Book Cover IN MEZZO AL MARE. SETTE ATTI COMICI
Mattia Torre
Racconti
Mondadori
14 maggio 2019
cartaceo e kindle
144

Fragilità e dissonanze dell’umana esistenza nei racconti di Mattia Torre

L’insensatezza del mondo, l’ossessione per il cibo, la macchina faticosa e perfetta del corpo femminile, lo sport nazionale dello scaricabarile, il mito della ricchezza e del potere, la scommessa del cinismo contro la bontà, i figli, tormento e beatitudine. Mattia Torre è un grande raccontatore per voce sola. Nel corso degli anni scrive monologhi per tanti attori italiani e ogni volta ci mette davanti alla sconcertata evidenza delle fragilità e delle dissonanze dell’umana esistenza. La sequenza di questi “sette atti” rivela, fuori dalla scena in senso stretto, la complessità e la felicità narrativa di un autore a cui piace misurare, fotografare, reinventare il teatro del mondo. Si esce dall’insinuante e chirurgica esattezza di queste voci con la consapevolezza di abitare una società incosciente e malata, così incosciente e così malata da suscitare il riso e una bella, non rassegnata, compassione.

Mattia Torre  è sceneggiatore, autore teatrale e regista. Insieme a Giacomo Ciarrapico è autore, negli anni ‘90, delle commedie teatrali “Io non c’entro”, “Tutto a posto”, “Piccole anime” e “L’ufficio”. Nel 2000 pubblica il libro “Faleminderit Aprile ‘99 in Albania durante la guerra” (Memoranda Editore) ed è co-sceneggiatore del film “Piovono Mucche” di Luca Vendruscolo. Nel 2003 il suo monologo “In mezzo al mare” con Valerio Aprea vince al Teatro Valle di Roma la rassegna Attori in cerca d’autore. Nel 2005 scrive e dirige il monologo teatrale “Migliore” con Valerio Mastandrea. È autore del monologo breve “Gola” e dei corti teatrali “Il figurante” e “Sopra di noi”. È tra gli autori del programma “Parla con me” di Serena Dandini. Con Ciarrapico e Vendruscolo scrive la serie TV “Buttafuori” e, dal 2007, la prima, la seconda e la terza stagione di “Boris”, per Fox Italia. Della seconda è anche co-regista. Con gli stessi autori, scrive e dirige “Boris – il film”. Nel 2011 scrive e mette in scena lo spettacolo teatrale “456” di cui realizza anche il sequel TV per La7. Per Dalai Editore ha pubblicato la raccolta di monologhi “In mezzo al mare” (2012). È autore e regista dello spettacolo teatrale “Qui e ora” con Mastandrea e Aprea. Nel 2014, insieme a Ciarrapico e Vendruscolo scrive e dirige il film per il cinema “Ogni maledetto Natale”. Nel 2015 scrive con Corrado Guzzanti la serie TV dal titolo “Dov’è Mario?”, andata in onda nel 2016 su Sky.

Sono principalmente moglie e mamma di due splendide ragazze ed ho la passione per la musica ma soprattutto per la lettura. Leggo di tutto romanzi, saggi, storici, ma non leggo libri nè di fantascienza né di horror.

2 commenti

  • Marco Chabod

    Grazie mille per il responso. Ovviamente capita anche a noi di avere brutte sorprese, ma molto filosoficamente riusciamo a mantenere un’osservazione oggettiva per poter recensire i libri che leggiamo. Un’altra cosa da ricordare è che siamo in continua evoluzione, perciò a seconda dei momenti e delle esperienze, ciascuno di noi sviluppa una peculiare sensibilità e una serie di punti di vista in base al vissuto… che vanno a modificarsi continuamente.

  • Valter

    … ho provato ad ascoltare l’audiolibro con la voce di Valerio Aprea, Geppi Cucciari e Valerio Mastandrea.
    Sono un assiduo lettore ed audiolettore.
    E’ la prima volta che ho trovato un livello di scrittura così basso. I temi potevano anche essere interessanti, ma lo svolgimento è da “chiacchiere da bar”: la scrittura è un’altra cosa
    Ovviamente Valerio Aprea recitava il personaggio Valerio Aprea, Geppi Cucciari il personaggio Geppi Cucciari, non ho ascoltato il racconto letto da Mastandrea: mi sono fermato prima. E’ la prima volta.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: