L'oggetto piccolo b. Book Cover L'oggetto piccolo b.
Enzo Papetti
Commedia
Elemento 115
14 febbraio 2020
Cartaceo
360

 

Un gruppo di personaggi fragili, esposti agli umori del caso, al vuoto delle proprie incertezze; il ritratto di una borghesia disincantata, ripiegata su se stessa, indifesa al cospetto delle grandi trasformazioni storiche che attraversano il nostro mondo.

Ivan, libraio antiquario, è sposato con Marta. La loro relazione, in apparenza, è stabile. Lo sarebbe a lungo se lui non si innamorasse di Fedro, il gestore di un locale-gay, scoprendo così il lato oscuro della propria sessualità. Dopo il divorzio e una crisi non facile da superare, Marta conosce Roberto, un regista e lo sposa. Il rapporto con Ivan, nel frattempo, si è rinnovato sul piano dell’affetto e di un’amicizia, per entrambi, ineludibile.
Ivan e Fedro sono felici. Marta e Roberto hanno un figlio e capiscono di essere incompatibili. Secondo divorzio. Ivan, che si sente in colpa per i fallimenti della ex moglie, fa di tutto affinché si metta con Corrado, manager di una multinazionale, amico e cliente, vedovo e padre di due adolescenti. Marta lo sposa e per un po’ tutto fila liscio. Fino a che Fedro si ammala e muore. Per il libraio è un colpo durissimo. Viaggia per mesi in mezza Europa. Quando ritorna, va a vivere nella casa che aveva lasciato alla moglie. Ciò che non si aspetta, però, è di trovarla ad attenderlo. Con Corrado l’armonia non solo si è spezzata, ma il manager sospetta pure che la donna non abbia mai smesso di pensare all’ex marito. Per convincerlo del contrario, il libraio s’inventa di essersi fidanzato con Teresa, figlia di Paola, un’amica storica di Marta, una ventenne che coltiva il sogno di diventare attrice. L’impegno di rendere credibile l’espediente porta Ivan a presentarla a Roberto, fino a farsi scoprire dalla ex moglie a letto con la fanciulla…
Se Fedro, non tornasse inaspettatamente a riprendersi l’amico.

Enzo Papetti ha scritto e diretto i film Noi Due/Tre e Calcolo Infinitesimale. Ha progettato e realizzato eventi come Storia della Pubblicità, Il Summit della Comunicazione, Dio l’evento e l’incontro, Milano specchio d’Europa. Ha insegnato alla Sapienza di Roma e alla IULM. È autore di Formare il cinema, Marsilio, Ripensare la televisione, Liguori, Dentro il vulcano, Bevivino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: