L'Isola del Tesoro. Il mio primo libro Book Cover L'Isola del Tesoro. Il mio primo libro
Robert Louis Stevenson
Narrativa
Oligo Editore
10 settembre 2020
Cartaceo
40

 

“Come venne scritta l’Isola del Tesoro”

“My first book: Treasure Island” di Robert L. Stevenson venne pubblicato nell’agosto 1894 su “Idler Magazine”, rivista fondata da Robert Barr e codiretta da Jerome K. Jerome. Lo scrittore scozzese, quattro mesi prima della sua morte, raccontò nel dettaglio l’origine de L’Isola del Tesoro. Ammise ironicamente di avere rubato un pappagallo al “Robinson Crusoe” di Defoe, uno scheletro ad Edgar Allan Poe, una palizzata a “Masterman Ready” di Frederick Marryat, Billy Bones e il suo baule a Washington Irving. Ma soprattutto ricordò che il titolo originario dell’opera era “Il cuoco di bordo” mentre “L’isola del Tesoro” era quello della mappa da lui disegnata e che lo avrebbe accompagnato durante la stesura del libro. Ed è proprio quella mappa, smarrita dall’editore prima della pubblicazione, a seguire il flusso dei ricordi di Stevenson. Una pergamena che ha più di un valore simbolico, perché ogni mappa è “un’inesauribile fonte di seduzione per ogni uomo che abbia occhi per guardarla”.

Luca Crovi (traduzione) è redattore alla Sergio Bonelli Editore, dove cura attualmente le serie del commissario Ricciardi di e di Deadwood Dick. Ha collaborato con diversi quotidiani e periodici tra cui “il Giornale”.

Claudio Gallo nato a Verona nel 1950, ha lavorato come bibliotecario presso la Biblioteca civica di Verona dove, fra l’altro, ha relaizzato alcune mostre dedicate alla letteratura popolare e ne ha curato i cataloghi. Docente di Storia del Fumetto presso l’Università di Verona è fondatore della rivista salgariana “ilcorsaronero”.

Mino Milani (Pavia 1928) scrittore italiano. Autore di storie a fumetti e collaboratore del “Corriere dei Ragazzi”, ha pubblicato numerosi romanzi storici e di avventura.

 

Robert Louis Stevenson nasce  a Edimburgo, Scozia, il 13 novembre 1850. Oltre ai vari racconti  scrive anche saggi e poesie per vari periodici. Pubblica libri di vario genere, tra cui “Un viaggio nell’entroterra” (An inland voyage, 1878) e “Viaggio con asino nelle Cevenne” (Travel with a donkey in the Cevennes, 1879), la raccolta di articoli filosofici e letterari “A ragazze e ragazzi” (Virginibus puerisque, 1881), e la raccolta di racconti “Le nuove notti arabe” (The new arabian nights, 1882). La notorietà giunge in modo inaspettato con “L’isola del tesoro” (Treasure island, 1883), ancora oggi il suo libro più popolare: in un certo senso Stevenson con il suo romanzo ha dato vita ad un vero e proprio rinnovo della tradizione del romanzo d’avventura. Stevenson è considerato uno dei maggiori esponenti di quel complesso movimento letterario che reagì al naturalismo e al positivismo. Nel 1886 viene pubblicato “Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde” (The strange case of Dr Jekyll and Mr Hyde). Anche questo titolo contribuisce – e non poco – a imprimere il nome di Robert Louis Stevenson nella storia della grande narrativa mondiale del XVIII secolo.

Scritto da:

Maria Rita

Sono principalmente moglie e mamma di due splendide ragazze ed ho la passione per la musica ma soprattutto per la lettura. Leggo di tutto romanzi, saggi, storici, ma non leggo libri nè di fantascienza né di horror.