Anteprima,  Libri,  Narrativa contemporanea

Anteprima: In uscita il 1 agosto “Rinato. Il ritorno alla vita di Lazzaro” di Eleonora Giovannini, Regioni & Ambiente

Rinato. Il ritorno alla vita di Lazzaro Book Cover Rinato. Il ritorno alla vita di Lazzaro
Eleonora Giovannini
Narrativa Contemporanea
Regioni & Ambiente
1 agosto 2019
Cartaceo
148

Una storia commovente che insegna l’amore, che piega sulle ginocchia l’essere umano, di fronte alla determinazione di un randagio a tornare a camminare.

 

 

RINATO è un racconto che nasce da un episodio di cronaca avvenuto in Sicilia, una vicenda che ha commosso l’Italia e che ha catturato l’attenzione delle più importanti testate giornalistiche. Una storia che ha come protagonista un cane, un lupetto dallo sguardo profondo che cela un passato di solitudine, violenza e abbandono. Trovato in un dirupo, avvolto in un sacco nero, legato con delle corde, il corpo martoriato dai lividi e da piaghe da decubito, viene immediatamente portato presso l’Oasi del rifugio, grazie all’intervento di Alfia e Angelo, da anni dediti alla lotta contro il randagismo che attanaglia in maniera più assillante il sud Italia. Il cane era stato lanciato da un ponte, da circa sei metri di altezza, come un avanzo di vita, un volo che gli ha compromesso l’utilizzo delle zampe posteriori e che lo ha traumatizzato in maniera devastante; ma nel libro è lui il protagonista ed è lui a raccontare la sua vita di fatiche, di lotta per la sopravvivenza, di stenti, fino al tragico gesto avvenuto da parte di qualcuno di cui certamente il cane si era fidato. Una storia commovente che insegna l’amore, che piega sulle ginocchia l’essere umano, di fronte alla determinazione di un randagio a tornare a camminare. Propriamente ribattezzato Lazzaro, perchè tornato a nuova vita, il docile amico a quattro zampe, dall’alto dei suoi otto anni di età, si erge sul piedistallo dell’umanità perduta, intenzionato a riconquistare la fiducia negli uomini, capace di perdonare.

 

Eleonora Giovannini nasce ad Ancona il 6 gennaio 1971. A diciassette anni viene citata da “Avvenire”, giornale di stampo cattolico, dopo aver partecipato ad un premio indetto dallo stesso, attraverso un brano a tema, dal titolo “la croce vuota”, ricavandone elogi da parte di teologi e critici d’arte. A vent’anni esordisce con la sua prima pubblicazione attraverso un romanzo autobiografico, “Le bolle di sapone”,ottenendo nel contempo la vincita di un premio letterario.
Successivamente partecipa con successo anche ad altri premi di poesia, è infatti autrice di due raccolte, “Presenza ed assenza” pubblicato nel ‘97 e “La casa degli elfi”. I suoi ultimi romanzi , “Cercando Caterina” con la prefazione di Giovanna Sellaroli, giornalista di Rai uno. “Dimensione zeta 15” con la prefazione di Sergio Angeletti “Nei secoli infedele”, saggio sulla corruzione, con la prefazione di Barbara Benedettelli, autrice televisiva mediaset e giornalista.

 

Sono principalmente moglie e mamma di due splendide ragazze ed ho la passione per la musica ma soprattutto per la lettura. Leggo di tutto romanzi, saggi, storici, ma non leggo libri nè di fantascienza né di horror.

Un commento

  • Elvira

    Peccato che non hai mantenuto la parola data ad Alfio e chi ha comprato il libro era convinto che gran parte del ricavato andasse all’oasi del randagio non certo nelle tue tasche e a quelle del tuo editore.Cmq dopo la diretta di ieri penso che non venderai più tanti libri e che hai perso molta credibilità come persona.I soldi non sono tutto hai fatto del male a tante persone …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: