Anteprima,  Saggio

ANTEPRIMA: In uscita “I bambini di Asperger” di Edith Sheffer. Marsilio

I bambini di Asperger La scoperta dell'autismo nella Vienna nazista Book Cover I bambini di Asperger La scoperta dell'autismo nella Vienna nazista
Edith Sheffer
Saggistica
Marsilio
27 settembre 2018
Ebook/Cartaceo
304

 

Chi era davvero Hans Asperger, pioniere nello studio dell’autismo, l’uomo che negli anni Trenta arrivò per primo a definire questa forma di autismo? Edith Sheffer ne ricostruisce per la prima volta la vicenda scoperchiando un enorme vaso di Pandora, mostrando come in un regime basato sulla diagnosi, queste riflettano i valori, le preoccupazioni e le speranze di una società.

Ed eccoci di nuovo qui per parlarvi di un libro in uscita nei prossimi giorni che parlerà dell’autismo e delle sue origini.  L’autrice è Edith Sheffer e il titolo dell’opera è . Andiamo a scoprirne di più insieme…

“Cinque anni fa Edith Sheffer, da genitore costretto a scontrarsi con la realtà di una diagnosi di autismo, per documentarsi lesse tutto il possibile, ma, da storica, scelse di non accontentarsi e volle ripercorrere le vicissitudini personali e professionali dello psichiatra infantile Hans Asperger nella Vienna a cavallo tra gli anni trenta e quaranta. La verità emersa dai suoi studi si rivelò profondamente inquietante, tanto da spingerla a farla conoscere al mondo. Asperger non appoggiò mai apertamente il nazismo: dopo la guerra affermò di aver rischiato in prima persona per salvare i disabili dallo sterminio e fu dipinto come una sorta di Oskar Schindler della psichiatria. Ma la ricostruzione di Sheffer racconta una storia ben diversa: Asperger fu infatti profondamente influenzato dalla medicina nazista e arrivò a disporre per molti bambini il trasferimento a Spiegelgrund, l’ospedale psichiatrico infantile divenuto sotto il Terzo Reich un «centro dell’orrore». Mentre svela il terribile scenario dietro la vicenda di Asperger, Sheffer fa riflettere su come le diagnosi subiscano una decisiva influenza dalle forze sociali e politiche in campo, e quanto queste manipolazioni possano essere difficili da percepire e ancor di più da combattere.”

 

 

«Edith Sheffer mostra come l’ossessione del Terzo Reich per categorie ed etichette fosse inscindibile dalla sua natura omicida; quello che a prima vista sembra essere un libro sul dottor Hans Asperger e i bambini da lui trattati, è la documentatissima ricostruzione di un sistema mostruoso».

The New York Times

 

Cullata dalle pagine di un buon libro come dalle onde del mio amato Ionio, trascorro la maggior parte del mio tempo libero a creare nuovi mondi con le parole. Spesso la realtà può esser una prigione e l’arte una possibile via di fuga. La mia curiosità è senza fondo e mi ubriaco con nuovi stimoli, storie, emozioni, luoghi. Se non vi rispondo subito è perché sto sognando tra le nuvole un mondo migliore!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: