La casa degli uccelli Book Cover La casa degli uccelli
Laura Bosio, Bruno Nacci
Thriller
Guanda
aprile 2020
cartaceo, e-book
350

Parigi, 1794. In pieno centro sorge un elegante palazzo, sede di un prestigioso collegio militare. Da fuori sembra un edificio come tanti, eppure le ricche sale affrescate si sono trasformate in un carcere di stucchi e specchi.

Parigi, 1794. In pieno centro sorge un elegante palazzo, sede di un prestigioso collegio militare. Da fuori sembra un edificio come tanti, eppure le ricche sale affrescate con gli stormi di Pigalle, un tempo frequentate da rampolli di buona famiglia, nel giro di pochi mesi si sono trasformate in un lussuoso carcere di stucchi e specchi. È lì, infatti, che nei mesi del Grande Terrore si nascondono una trentina di aristocratici e facoltosi borghesi sul cui capo pende minacciosa la ghigliottina, e che devono la loro sopravvivenza unicamente alla Sezione Rivoluzionaria che li ha in scacco e che accetta di tenere nascosto il rifugio alle autorità in cambio di denaro. Nei saloni del palazzo sflano baroni, burocrati e principesse sotto mentite spoglie: ci sono, tra gli altri, un generale in pensione dal piglio autoritario; un giovane rampollo che passa il tempo a studiare latino pur di conquistare il cuore di una ricca vedova; una ex dama di corte svampita e aggrappata al fantasma di un passato fastoso; le figlie del camiciaio del re, che si nutrono solo di pettegolezzi.

Laura Bosio ha esordito nel 1993 con il romanzo I dimenticati (Feltrinelli – premio Bagutta Opera Prima). Ha poi pubblicato Annunciazione (Mondadori 1997 – premio Moravia) raccogliendo un ampio consenso di critica. Sono seguiti: Le ali ai piedi (Mondadori 2002), Teresina. Storie di un’anima (Mondadori 2004) e Le stagioni dell’acqua (Longanesi 2007 – finalista premio Strega). Del 2008 la nuova edizione di Annunciazione. Storia di una fascinazione (Longanesi). Per la collana “I Mistici” di Leonardo-Oscar Mondadori ha curato l’antologia La ricerca dell’impossibile. Voci della spiritualità femminile, dedicata all’esperienza mistica, filosofica e spirituale delle donne nella letteratura.  Nel 1997 ha collaborato al soggetto e alla sceneggiatura del film Le acrobate di Silvio Soldini.