Quaranta cose inesistenti Book Cover Quaranta cose inesistenti
Carlo Sperduti con le Illustrazioni di Camilla Zaza
Libri per ragazzi e bambini
Piè di Mosca Edizioni
Settembre 2019
Cartaceo
200

“Questo è un libro di racconti di scrittori dal futuro, da un futuro senza scontri, di realtà camaleonti.”

Al libro che hai in mano io questo premetto:
incontrerai bestie che destan sospetto,
parole inaudite e meravigliose,
persone un po’ strambe e tante altre cose…

Quanto alla logica: “Par non ci sia!”
Forse dirai: “Non è questa la mia!”
È quella di autori di otto e nove anni
che inventano mondi e non certo inganni.

Serissimo è il gioco con le parole:
serve a creare ciò che si vuole.
Quel che sembrava non poter esistere
ora compare ed è qui per resistere.

A te che leggi prometto una cosa:
nel libro che hai in mano, di prosa in prosa,
c’è proprio tutta la letteratura:
quella passata, presente e futura.

Carlo Sperduti ha pubblicato con Gorilla Sapiens Edizioni: Un tebbirile intanchesimo e altri rattonchi (2013), Lo Sturangoscia (con Davide Predosin, 2015), Sottrazione (2016), Volevo fermarmi a tre righe ben scritte. 150 microfinzioni (2019). È inoltre autore, per Intermezzi Editore, di Caterina fu gettata (2011), Valentina Controvento (2013), Ti mettono in una scatola (2014); per CaratteriMobili è uscito Le cose inutili (2015); per Lavieri Edizioni ha firmato il suo primo libro per bambini: Filomena non era bugiarda (2018).

Suoi racconti sono apparsi in antologie edite da CaratteriMobili, Zero91, Gorilla Sapiens, VerbaVolant e in numerosi blog e riviste cartacee e online, tra cui Cadillac Magazine, Costola, L’Inquieto, Squadernauti, settepagine, i Quaderni del Collage de ‘Pataphysique.

Dal 2017 fa il libraio a Perugia, da Mannaggia – Libri da un altro mondo.

Camilla Zaza (Firenze, 1993) è illustratrice. Presto trapiantata a Milano, si definisce una milanese Doc con cuore toscano. Frequenta il Liceo Classico, si laurea in Illustrazione allo IED di Milano, dove vive e lavora come illustratrice. Ha illustrato le cose inesistenti a partire da suggestioni visive degli autori stessi.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: