Anteprima,  Libri,  Romanzo,  Romanzo storico

Anteprima: Il segreto del faraone Nero. Marco Buticchi. Longanesi

Il segreto del faraone Nero Book Cover Il segreto del faraone Nero
Oswald Breil
Marco Buticchi
Avventura, Romanzo Storico
Longanesi
27 settembre 2018
Cartaceo, eBook
552

Gli intrighi e il fascino dell’antico egitto
nel nuovo romanzo dell’indiscusso maestro italiano dell’avventura
un autore da oltre 1 milione e mezzo di copie vendute in italia.

La leggenda del Faraone Nero Shebitqo aleggia sui deserti egiziani con la forza di una tempesta di sabbia, e il suo segreto sopravvive inviolato all’incedere dei millenni.

«Un Ken Follett italiano, ma potrei dire anche uno Steven Spielberg»

Corrado Augias

«Ogni libro di Marco Buticchi vale per due, intrighi e avventure raddoppiano»

il Venerdì di Repubblica

Ogni anno più o meno in questo periodo, da quasi quindici anni (ovvero da quando una mia amica me l’ha fatto scoprire), mi ritrovo in attesa del nuovo romanzo di Marco Buticchi e lui non mi delude mai. Il suo Oswald Breil è un eroe particolare, non è il solito palestrato che salva il mondo a suon di pugni e forza fisica, è un ex agente del Mossad affetto da nanismo che risolve ogni mistero con l’aiuto della sua intelligenza e con il supporto della sua fidata squadra, tra cui spicca la bellissima moglie, l’archeologa Sara Terracini e altri preziosi collaboratori. Ogni romanzo di Buticchi è un viaggio tra presente e passato e personalmente non vedo l’ora di iniziare anche questo.

Egitto, 1798. Claude de Duras, archeologo inviato in Egitto al seguito dell’esercito napoleonico, nel corso degli scavi compie una scoperta eccezionale.
La Campagna d’Egitto sembra procedere senza intoppi fino alla disfatta di Abu Qir. A quel punto, messo alle strette dal successo di Nelson, il diplomatico e segretario personale di Bonaparte, Louis Antoine de Fauvelet de Bourrienne, stringe un accordo con Robert Goldmeiner, giovane rampollo di una ricca dinastia dalle antiche origini. Goldmeiner propone prestiti che potrebbero risollevare le sorti della spedizione e delle avide casse della Francia rivoluzionaria. In cambio Bourrienne promette a Goldmeiner tutto l’oro che de Duras troverà durante gli scavi.
Nessuno di loro, però, può immaginare le conseguenze delle scoperte dell’archeologo francese: una scia di morte perseguiterà chi, da quel momento, verrà a conoscenza degli incredibili ritrovamenti di De Duras…
Tel Aviv, giorni nostri. La madre adottiva di Oswald Breil, Lilith Habar, ormai in fin di vita, confida a Breil la verità sulla drammatica fine dei suoi genitori, una morte che sembra essere collegata alle spregiudicate trame di una potentissima dinastia familiare, le cui radici affondano in un’epoca remota.

Un’avventura che attraversa i secoli, dalla leggenda del Faraone Nero alle guerre napoleoniche, dalla guerra d’indipendenza americana alle atrocità naziste del secondo conflitto mondiale… A unire epoche così distanti è un unico filo rosso, il rosso del sangue di una stirpe di spietati affaristi e cospiratori, i banchieri Goldmeiner, che, in nome della ricchezza e del potere sono di­sposti a tutto…

AUTORE

Marco Buticchi

Marco Buticchi, il maestro italiano dell’avventura, è nato alla Spezia e ha viaggiato moltissimo per lavoro, nutrendo così anche la sua curiosità, il suo gusto per l’avventura e la sua attenzione per la storia e il particolare fascino dei tanti luoghi che ha visitato. È il primo autore italiano pubblicato da Longanesi nella collana «I maestri dell’avventura » (accanto a Wilbur Smith, Clive Cussler e Patrick O’Brian), in cui sono apparsi con grande successo di pubblico e di critica Le Pietre della Luna (1997), Menorah (1998), Profezia (2000), La nave d’oro (2003), L’anello dei re (2005), Il vento dei demoni (2007), Il respiro del deserto (2009), La voce del destino (2011), La stella di pietra(2013) e Il segno dell’aquila(2015), disponibili anche in edizione TEA, oltre a Casa di mare (Longanesi 2016), un appassionato ritratto del padre, Albino Buticchi.
Nel dicembre 2008 Marco Buticchi è stato nominato Commendatore dal Presidente della Repubblica per aver contribuito alla diffusione della lingua e della letteratura italiana anche all’estero.

Gianni Mazza è nato nel 1981 a Ragusa, dove vive e lavora attualmente. Nonostante la sua formazione prettamente scientifico/informatica, si è dedicato alla scrittura e alla recitazione teatrale. Autore di poesie, racconti e sceneggiature, ha pubblicato il suo primo romanzo, Luda, nell’estate del 2015. La bestia di Brixton è il suo secondo romanzo.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: