Anteprima,  Libri

Anteprima: “Dottor Kernberg, a cosa serve la psicoterapia?” di Manfred Lutz, Raffaello Cortina

Dottor Kernberg, a cosa serve la psicoterapia? Book Cover Dottor Kernberg, a cosa serve la psicoterapia?
Manfred Lutz
Saggio
Raffaello Cortina
22 aprile 2021
Cartaceo

 

Riflessioni e ricordi di un grande clinico

Otto Kernberg è il più famoso psicoterapeuta del mondo. Per la prima volta fa qui il bilancio della sua vita e spiega, arricchendo il dialogo con avvincenti storie di pazienti, cosa sono le malattie psichiche e come le si cura. Parla poi di princìpi, di Dio e della vita eterna. Ancora, la sua avventurosa fuga da Vienna, dai nazisti e infine la sua carriera negli Stati Uniti. A poche centinaia di metri dalla Trump Tower, a New York, il più rinomato esperto di narcisismo si esprime anche su Donald Trump. Con le parole di Manfred Lütz: “Kernberg poteva attingere dai suoi oltre 65 anni di esperienza come psicoterapeuta. Cosa ha davvero senso e cosa ne è privo nella psicoterapia, queste sono domande a cui difficilmente qualcuno potrebbe rispondere in maniera più competente di Otto Kernberg”.

Otto F. Kernberg insegna Psichiatria presso il Medical College e la Graduate School of Medical Sciences della Cornell University di New York. Nelle nostre edizioni ha pubblicato Le relazioni nei gruppi (1999), Psicoterapia delle personalità borderline (con J.F. Clarkin e F.E. Yeomans, 2000), Narcisismo, aggressività e autodistruttività (2006), Patologie della personalità di alto livello (con E. Caligor e J.F. Clarkin, 2012) e Erotismo e aggressività (2019).

L’AUTORE

Manfred Lütz, nato a Bonn nel 1954, è psichiatra, psicoterapeuta e teologo. Tra i suoi testi tradotti in italiano Dio, una piccola storia del più grande (Queriniana 2008). Nelle nostre edizioni ha pubblicato Dottor Kernberg, a cosa serve la psicoterapia? (2021).

Sono principalmente moglie e mamma di due splendide ragazze ed ho la passione per la musica ma soprattutto per la lettura. Leggo di tutto romanzi, saggi, storici, ma non leggo libri nè di fantascienza né di horror.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: